Il Blog del Leprechaun

Tieniti aggiornato sui contenuti del Blog del Leprechaun con i Feed RSS

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -


Questo sito non usa cookies. Potrebbero usarli i siti utilizzati per il conteggio visite e per la ricerca in questo sito.
Verificate sui relativi siti (Addfreestats, Freefind) la situazione, se vi interessa.

Parole:

Fiscale :: Competitività :: Liberalizzazione :: Sovranità&Fiducia
Depressione :: Debito :: Rigore & co.  Lochescion&FunnyEngrish Mister Euro :: Rating&outlook :: Correlazione :: Meritocrazia

-----

Letture consigliate:

L'insolente redditività delle banche americane e la confessione tardiva di Deutsche Bank. 24/07/2013

Dipendenti e pensionati greci hanno pagato il prezzo più alto della recessione. 24/07/2013.

Unione Europea: Arroganza fuori luogo. 15/07/2013

Un sorriso con denti d'acciaio.  05/07/2013

Que reste-t-il de la démocratie dans l'Union européenne? 15/06/2013

Quello che "Alternative für Deutschland" non puo' dire. 28/05/2013

L'esperimento europeo è fallito. 16/04/2013

L'Euro è destinato a un inevitabile tracollo. 16/04/2013

Come ci hanno deindustrializzato. 29/04/2013

Ultimi post:

Il più letto: Il debito pubblico italiano, da dove viene fuori?


Corriere della Sera

Il lessico inventato degli "addetti ai lavori". Non lasciarsi trarre in inganno!


Sul Corriere, oggi 19/06/2012, nel suo editoriale Federico Fubini si lancia in un panegirico della situazione economica di Irlanda e Portogallo: "In Europa ci sono Paesi colpiti duro dalla crisi che si sono rimboccati le maniche, lavorando di più, e ora mostrano chiari progressi. L’export del Portogallo è salito del 13% in un anno e del 76% solo verso la Cina. Anche Dublino ha ricevuto un salvataggio europeo ma da ieri paga uno spread più basso di Madrid, il suo export vola e l’economia è tornata a crescere."

Dato che non è abitudine citare le fonti, difficile contestare puntualmente, ma le affermazioni sono poco credibili.

Anzitutto: Dublino "paga uno spread più basso di Madrid" (da ieri! Lo spread, come noto, ha una volatilità bassissima!) perché è sceso quello irlandese, o perché è salito quello spagnolo?

Non si può chiedere ad un povero blogger di perdere una mezza giornata a cercare dati in giro per le istituzioni internazionali. Se si dà un'occhiata però alla stampa rispettivamente Portoghese e Irlandese, ad esempio Publico o Irish Times, non si ricava una sensazione così coerente col quadro dipinto da Fubini. Direi piuttosto l'opposto.

Inoltre Fubini dovrebbe tenere conto che, per la contradizion che nol consente, le ricette di crescita export lead non sono generalizzabili. Non tutti possono esportare infatti più di quanto importino: qualcuno deve fare anche il contrario.

Ora, Mr. Fubini, vuole dirci chi, in compenso di Irlanda e Protogallo (e un domani, si suppone, Spagna, Italia e Grecia), chi dunque, in compenso, dovrebbe importare più di quanto esporti? Perché, al contrario di quanto spesso si creda, 2+2=4. Sempre e comunque, e ovunque, e a dispetto di chiunque.

Se in un angolino della sua testa dovesse avere la Germania (anche lei export lead,  cosa che è all'origine di tutti i nostri guai), faccia pure. Ma dalla Merkel vada lei, Fubini, a dirglielo, perché io ho molto da fare e non posso accompagnarLa, e di questi tempi soffro pure di cinetosi.


Argomenti

Cronologia

Rassegna stampa internazionale

12/08/2012 Juncker sulla Grecia

10-12/09/2012  Grecia, Francia, BCE

13/09/2012 Elezioni in Olanda

15-16/09/2012 Draghi al Bundestag. Grecia, Spagna, PS francese.

17/09/2012 Manifestazione sindacale europea. Draghi. Francesi, tedeschi e Maastricht. Bulgaria, Polonia, e l'Euro.

18/09/2012 Il fiscal compact. Grecia: crollo del costo del lavoro.

24/09/2012 Alta tensione in Grecia.

29/09/2012 I "numeri" di Maastricht.

16/10/2012 Ma l'avete capito il fiscal compact?

18/10/2012 Perché l'Europa si dibatte.

27/10/2012 Oltre al "Grexit", anche il "Brixit"? Gran Bretagna fuori della UE?

05/11/2102 Portogallo: Il partito socialista dice no a 4 miliardi di tagli. Irlanda: i sindacati e il corteo anti-austerità.

14/11/2012 Scioperi e manifestazioni in tutta Europa.

19/11/2012 La presidente Brasiliana Rousseff: "l'austerità è un autogol"

01/12/2012 Il partito antieuropeo avanza nelle suppletive inglesi.

24/01/2013 Salvataggio della Slovenia: il premier non si dimette.

08/02/2013 La depressione degli eurocrati.

14/02/2013 Quarto trimestre negativo per la zona euro.

20/02/2013 Perché la crisi euro non è ancora finita

02/03/2013 Handelsblatt: La CDU accomanda agli italiani di tornare alla lira.

10/05/2016 Dubbi tedeschi sul debito pubblico della Germania

31/07/2016 Intervista di Ray McGovern alla Neues Deutschland

Poeti, scrittori, artisti
e altri visionari

Dati

Testate





Cerca nel sito


Lasciare un commento


 

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -







Document made with KompoZer



link

I miei Link:

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -

Mappa del sito - tutte le pagine