Il Blog del Leprechaun

Tieniti aggiornato sui contenuti del Blog del Leprechaun con i Feed RSS

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -


Questo sito non usa cookies. Potrebbero usarli i siti utilizzati per il conteggio visite e per la ricerca in questo sito.
Verificate sui relativi siti (Addfreestats, Freefind) la situazione, se vi interessa.

Parole:

Fiscale :: Competitività :: Liberalizzazione :: Sovranità&Fiducia
Depressione :: Debito :: Rigore & co.  Lochescion&FunnyEngrish Mister Euro :: Rating&outlook :: Correlazione :: Meritocrazia

-----

Letture consigliate:

L'insolente redditività delle banche americane e la confessione tardiva di Deutsche Bank. 24/07/2013

Dipendenti e pensionati greci hanno pagato il prezzo più alto della recessione. 24/07/2013.

Unione Europea: Arroganza fuori luogo. 15/07/2013

Un sorriso con denti d'acciaio.  05/07/2013

Que reste-t-il de la démocratie dans l'Union européenne? 15/06/2013

Quello che "Alternative für Deutschland" non puo' dire. 28/05/2013

L'esperimento europeo è fallito. 16/04/2013

L'Euro è destinato a un inevitabile tracollo. 16/04/2013

Come ci hanno deindustrializzato. 29/04/2013

Ultimi post:

Il più letto: Il debito pubblico italiano, da dove viene fuori?


La crisi finanziaria europea

Stralcio di interviste ad espoenenti della finanza sulle aspettative dei "mercati" rispetto al prossimo vertice europeo.

Ancora una volta, quello che la stampa italiana non ci racconta.

In occasione della ricorrenza della morte, nessuno la racconta tutta.

Cos'è, e cosa non è, una Costituzione.

Il fiscal compact "non serve a niente".

Un resoconto della situazione (17/05/2012) fatta da operatori finanziari. Pur negli angusti limiti di un punto di vista puramente tecnico, alcune considerazioni sono una testimonianza interessante di uno dei tanti modi di vedere le cose dei "mercati".



  • Rivedere il patto di bilancio (fiscal compact). Bruno Amable - Libération 22/05/2012
    "L'Europa si è ficcata in un regime di stagnazione economica:  il PIL della zona euro era, al primo trimestre 2012, allo stesso livello del primo trimestre 2011 con un aumento solo dello 0,1% per l'Europa a ventisette. [...] Perché cercare delle misure di rilancio con l'unico scopo di compensare l'impatto recessivo del patto di bilancio? Se il problema è che la recessione è aggravata dall'austerità di bilancio, è più semplice cercare di sbarazzarsi di ciò che è all'origine del problema. [...] Ci si stanca a forza di doverlo ripetere, ma non sono i deficit pubblici i responsabili della crisi. [...] Il patto di bilancio servirà solamente a imporre, con metodi non democratici, delle "riforme strutturali" che le popolazioni europee probabilmente rifiuterebbero se si chiedesse il loro parere. Ed è per questo che non glielo si chiederà."

  • 04/06/2012: C'è chi continua imperterrito con il mantra secondo il quale la nostra sarebbe una "crisi del debito sovrano". Inutile dire che è una balla (una balla è una cosa diversa da una cosa errata, che è a sua volta diversa da una cosa senza senso).
    Leggete qua dati considerazioni e circostanze. Come detto anche più volte in questo blog, la crisi europea è una crisi del debito privato, di bolle immobiliari, di debito interbancario (Bankia, Spagna), e in origine di tutto, uno squilibrio territoriale dei saldi  delle partite correnti.
    E' anche interessante questo articolo del 2010 di Heiner Flassbeck, ex viceministro delle finanze del governo Schroeder, che è forse stato il primo durante questa "crisi" a richiamare l'attenzione sulla responsabilità degli squilibri commerciali all'interno dell'eurozona.

  • 18/07/2012 Paradisi fiscali: "un mondo parallelo iper-complesso". Boquet su Libération.
    Il Presidente della Commissione d'inchiesta del Senato sull'evasione fiscale, Eric Bocquet, si è detto "sbalordito" da quanto ha osservato, e presenterà le sue prime raccomandazioni.

  • 18/08/2012 La Finlandia si prepara alla rottura dell'eurozona. Corriere e Daily Telegraph.
    Sul Corriere il sunto di un'intervista che salta alcuni passi scabrosi.

  • La recessione nei paesi europei: l'andamento dei PIL. 12/10/2012
    Tutta l'Europa in recessione dal 2008, pese per paese, il che significa in depressione. Dai dati Eurostat.



<

Argomenti

Cronologia

Rassegna stampa internazionale

12/08/2012 Juncker sulla Grecia

10-12/09/2012  Grecia, Francia, BCE

13/09/2012 Elezioni in Olanda

15-16/09/2012 Draghi al Bundestag. Grecia, Spagna, PS francese.

17/09/2012 Manifestazione sindacale europea. Draghi. Francesi, tedeschi e Maastricht. Bulgaria, Polonia, e l'Euro.

18/09/2012 Il fiscal compact. Grecia: crollo del costo del lavoro.

24/09/2012 Alta tensione in Grecia.

29/09/2012 I "numeri" di Maastricht.

16/10/2012 Ma l'avete capito il fiscal compact?

18/10/2012 Perché l'Europa si dibatte.

27/10/2012 Oltre al "Grexit", anche il "Brixit"? Gran Bretagna fuori della UE?

05/11/2102 Portogallo: Il partito socialista dice no a 4 miliardi di tagli. Irlanda: i sindacati e il corteo anti-austerità.

14/11/2012 Scioperi e manifestazioni in tutta Europa.

19/11/2012 La presidente Brasiliana Rousseff: "l'austerità è un autogol"

01/12/2012 Il partito antieuropeo avanza nelle suppletive inglesi.

24/01/2013 Salvataggio della Slovenia: il premier non si dimette.

08/02/2013 La depressione degli eurocrati.

14/02/2013 Quarto trimestre negativo per la zona euro.

20/02/2013 Perché la crisi euro non è ancora finita

02/03/2013 Handelsblatt: La CDU accomanda agli italiani di tornare alla lira.

10/05/2016 Dubbi tedeschi sul debito pubblico della Germania

31/07/2016 Intervista di Ray McGovern alla Neues Deutschland

Poeti, scrittori, artisti
e altri visionari

Dati

Testate





Cerca nel sito


Lasciare un commento


 

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -







Document made with KompoZer



link

I miei Link:

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -

Mappa del sito - tutte le pagine