Il Blog del Leprechaun

Tieniti aggiornato sui contenuti del Blog del Leprechaun con i Feed RSS

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -


Questo sito non usa cookies. Potrebbero usarli i siti utilizzati per il conteggio visite e per la ricerca in questo sito.
Verificate sui relativi siti (Addfreestats, Freefind) la situazione, se vi interessa.

Parole:

Fiscale :: Competitività :: Liberalizzazione :: Sovranità&Fiducia
Depressione :: Debito :: Rigore & co.  Lochescion&FunnyEngrish Mister Euro :: Rating&outlook :: Correlazione :: Meritocrazia

-----

Letture consigliate:

L'insolente redditività delle banche americane e la confessione tardiva di Deutsche Bank. 24/07/2013

Dipendenti e pensionati greci hanno pagato il prezzo più alto della recessione. 24/07/2013.

Unione Europea: Arroganza fuori luogo. 15/07/2013

Un sorriso con denti d'acciaio.  05/07/2013

Que reste-t-il de la démocratie dans l'Union européenne? 15/06/2013

Quello che "Alternative für Deutschland" non puo' dire. 28/05/2013

L'esperimento europeo è fallito. 16/04/2013

L'Euro è destinato a un inevitabile tracollo. 16/04/2013

Come ci hanno deindustrializzato. 29/04/2013


Ultimi post:

Il più letto: Il debito pubblico italiano, da dove viene fuori?


Francia 2018: i Gilet Gialli e le loro rivendicazioni

(traduzione sotto la foto)


Questo "manifesto" sta girando (dicembre 2018) nei social francesi. È una sorta di programma politico in 25 punti.




"Scollatura"

Visto che i politici fingono di non capire le rivendicazioni dei Gilets Jaunes, visto che le rivendicazioni di certuni non sono sufficienti ad assicurare un cambiamento serio e perpetuo, ecco qui una lista non esaustiva ma che fornisce una garanzia di risultati a lungo termine. Noi non siamo ingenui, i plutocrati al potere faranno di tutto per impedirlo, ma è comunque essenziale riuscire a far applicare alcune di queste proposte.

Cap. I: ECONOMIA/LAVORO:

1) STATI GENERALI [vedi] della fiscalità. Inserire nella Costituzione l'impossibilità per lo Stato di prelevare più del 25% della ricchezza dei cittadini.

2) AUMENTO immediato del Salario minimo (SMIC), delle pensioni e dei minimi sociali del 40%

3) ASSUNZIONI MASSICCE di funzionari per ripristinare la qualità dei servizi pubblici prima della RGPP [Revisione Generale delle Politiche Pubbliche, vedere qui qui, NDR]: stazioni, ospedali, scuole, posta.

4) ABITAZIONI: Piano di costruzione di 5 milioni di case popolari (HLM) con lo scopo  di far scndere gli affitti, il fondiario e ridinamizzare l'economia per mezzo di nuove assunzioni. Punire severamente i prefetti e i sindaci che lasciano dei senza casa dormire per strada.

5) BANCHE: renderle più piccole per protegeersi dalle crisi, rompere i monopoli, separare la speculazione dai depositi e vietare i salvataggi pubblici.

6) ANNULLARE IL DEBITO: non ha motivo d'esistere, è stato già rimborsato più volte.


Cap. II: POLITICA

7) COSTITUENTE: Riscrivere una nuova Costituzione per il popolo e per gli interessi del popolo sovrano. Introduzione dei referendum d'iniziativa popolare.

8) VIETARE LE LOBBY e altre reti di influenza. Esclusione definitiva dalla vita politica degli eletti con  precedenti penali, metter fine al cumulo dei mandati.

9) FREXIT: uscita dalla UE per riconquistare le nostre sovranità politica, monetaria ed economica (rispetto del Referendum del 2005 [vedi]), riconquistare il nostro diritto di battere moneta uscendo dall'art. 123 del Trattato di Lisbona (50 miliardi l'anno risparmiati).

10) EVASIONE FISCALE: recuperare gli 80 miliardi di euro lasciati ogni anno dallo Stato al CAC40 [indice della Borsa di Parigi]

11) STOP IMMEDIATO ALLE PRIVATIZZAZIONI  e recupero dei beni pubblici: autostrade, aeroporti, parcheggi, ferrovie (SNCF)

12) RADAR E VERBALIZZAZIONI: rutiro dei radar inutili e della verbalizzazione a video che non sono altro che una tassa nascosta.

13) PUBBLICA ISTRUZIONE: escludere le ideologie da questo ministero e azzerare le tecniche d'insegnamento distruttrici (metodo globale ...)

14) GIUSTIZIA: quadruplicare il suo budget e limitare per legge la durata delle procedure.Semplificare e rendere la giustizia totalmente gratuita e accessibile a tutti.

15) MEDIA:  smontare i monopoli e l'accoppiamento mediatico-politico. Rendere i media accessibili ai cittadini  e garantire la pluralità delle opinioni. Farla finita con la propaganda degli editocrati. Eliminare la sovvenzione pubblica dei media (2 miliardi l'anno) assieme alle nicchie fiscali per i giornalisti.

16) GARANTIRE LA LIBERTÀ dei cottadini e introdurre in Costituzione il divieto allo Stato di ingerirsi nell'insegnamento, nella cultura, nella Sanità, nella famiglia.


CAP III SALUTE ED ECOLOGIA

17) OBSOLESCENZA PROGRAMMATA: allargare la garanzia dei costruttori a 10 anni come minimo con l'assicurazione della disponobilità dei pezzi di ricambio. [In Francia l'obsolescenza programmata è un reato penale NDR]
18) PLASTICA: introdurre a brevissimo termine il divieto della commercializzazione delle bottiglie di plastica, dei bicchieri e altri imballaggi inquinanti.
19) LABORATORI FARMACEUTICI: diminuire la loro influenza, Stati Generali della Salute e degli Ospedali.
20) AGRICOLTURA: Divieto degli OGM, dei pesticidi cancerogeni, dei perturbatori endocrini, della monocultura.
21) REINDUSTRIALIZZAZIONE della Francia allo scopo di diminuire le importazioni e dunque dell'inquinamento.

CAP IV GEOPOLITICA

22) NATO: uscire immediatamente dal Trattato del Nord Atlantico e divieto di impiegare le truppe francesi in guerre di aggressione.
23) FRANCAFRIQUE: fine dei saccheggi e delle ingerenze politiche e militari. Restituire il danaro dei dittatori e i beni illegittimamente presi ai popoli africani.Richiamare immediatamente tutti i soldati francesi. Farla finita col sistema del Franco CFA che mantiene l'Africa nella povertà. Sviluppare rapporti da pari a pari con gli Stati africani.
24) IMMIGRAZIONE: impedire i flussi migratori che è impossibile accogliere e integrare, data la profonda crisi della nostra civilizzazione nella quale ci troviamo.
25) POLITICA ESTERA: rispetto scrupoloo del diritto internazionale e degli impegni presi.

Argomenti

Cronologia

Rassegna stampa internazionale

12/08/2012 Juncker sulla Grecia

10-12/09/2012  Grecia, Francia, BCE

13/09/2012 Elezioni in Olanda

15-16/09/2012 Draghi al Bundestag. Grecia, Spagna, PS francese.

17/09/2012 Manifestazione sindacale europea. Draghi. Francesi, tedeschi e Maastricht. Bulgaria, Polonia, e l'Euro.

18/09/2012 Il fiscal compact. Grecia: crollo del costo del lavoro.

24/09/2012 Alta tensione in Grecia.

29/09/2012 I "numeri" di Maastricht.

16/10/2012 Ma l'avete capito il fiscal compact?

18/10/2012 Perché l'Europa si dibatte.

27/10/2012 Oltre al "Grexit", anche il "Brixit"? Gran Bretagna fuori della UE?

05/11/2102 Portogallo: Il partito socialista dice no a 4 miliardi di tagli. Irlanda: i sindacati e il corteo anti-austerità.

14/11/2012 Scioperi e manifestazioni in tutta Europa.

19/11/2012 La presidente Brasiliana Rousseff: "l'austerità è un autogol"

01/12/2012 Il partito antieuropeo avanza nelle suppletive inglesi.

24/01/2013 Salvataggio della Slovenia: il premier non si dimette.

08/02/2013 La depressione degli eurocrati.

14/02/2013 Quarto trimestre negativo per la zona euro.

20/02/2013 Perché la crisi euro non è ancora finita

02/03/2013 Handelsblatt: La CDU accomanda agli italiani di tornare alla lira.

10/05/2016 Dubbi tedeschi sul debito pubblico della Germania

31/07/2016 Intervista di Ray McGovern alla Neues Deutschland

Poeti, scrittori, artisti
e altri visionari

Dati

Testate





Cerca nel sito


Lasciare un commento


 

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -







Document made with KompoZer


link

I miei Link:

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -

Mappa del sito - tutte le pagine