Il Blog del Leprechaun

Tieniti aggiornato sui contenuti del Blog del Leprechaun con i Feed RSS

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -


Questo sito non usa cookies. Potrebbero usarli i siti utilizzati per il conteggio visite e per la ricerca in questo sito.
Verificate sui relativi siti (Addfreestats, Freefind) la situazione, se vi interessa.

Parole:

Fiscale :: Competitività :: Liberalizzazione :: Sovranità&Fiducia
Depressione :: Debito :: Rigore & co.  Lochescion&FunnyEngrish Mister Euro :: Rating&outlook :: Correlazione :: Meritocrazia

-----

Letture consigliate:

L'insolente redditività delle banche americane e la confessione tardiva di Deutsche Bank. 24/07/2013

Dipendenti e pensionati greci hanno pagato il prezzo più alto della recessione. 24/07/2013.

Unione Europea: Arroganza fuori luogo. 15/07/2013

Un sorriso con denti d'acciaio.  05/07/2013

Que reste-t-il de la démocratie dans l'Union européenne? 15/06/2013

Quello che "Alternative für Deutschland" non puo' dire. 28/05/2013

L'esperimento europeo è fallito. 16/04/2013

L'Euro è destinato a un inevitabile tracollo. 16/04/2013

Come ci hanno deindustrializzato. 29/04/2013

Ultimi post:

Il più letto: Il debito pubblico italiano, da dove viene fuori?


New York Times

Paul Krugman

Pubblicato il 9 settembre 2014                           Altri articoli sullo stesso tema

Link all'articolo originale

Il feticcio strutturale

Il Financial Times ha un buon decente articolo sulla dottrina emergente della "Draghinomics", che somiglia molto ad una Blanchardnomics, che somiglia molto ad una Krugmanomics - ehi! Abbiamo tutti studiato macroeconomia al MIT verso la metà degli anni '70. Ma mi ha colpito questo pezzo:

Un altro rappresentante ufficiale senior dell'eurozona che stava seguendo il forum Italiano che raccoglie politici, businessman e accademici, ha affermato: "La chiave sono le riforme strutturali. I paesi che hanno fatto questi sforzi sono quelli che stanno andando meglio: Irlanda, Spagna e Portogallo. L'Italia e la Francia dovrebbero pensarci un po' sopra."

Dalli!  La Spagna è un'ottima lezione per la Francia:


Per quelli tra di noi che non aderiscono al culto delle riforme strutturali, la storia della Spagna è questa: il paese ha conosciuto una depressione su larga scala quando la sua bolla immobiliare è scoppiata; questa depressione ha portato ad una lenta, dolorosa, "svalutazione interna" con il costo del lavoro che scendeva, rendendo la Spagna più competitiva in Europa; come risultato la Spagna alla fine ha iniziato una debole ripresa, con il suo tasso di crescita negli ultimi trimestri (solo negli ultimi trimestri) più alto della Francia. Vedere questo come un trionfo della riforme strutturali richiede un livello di pregiudizi tale che non si riesce a capire perché si prendano la briga di guardare i dati.



link

I miei Link:

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -

Mappa del sito - tutte le pagine