Il Blog del Leprechaun

Tieniti aggiornato sui contenuti del Blog del Leprechaun con i Feed RSS

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -


Questo sito non usa cookies. Potrebbero usarli i siti utilizzati per il conteggio visite e per la ricerca in questo sito.
Verificate sui relativi siti (Addfreestats, Freefind) la situazione, se vi interessa.

Parole:

Fiscale :: Competitività :: Liberalizzazione :: Sovranità&Fiducia
Depressione :: Debito :: Rigore & co.  Lochescion&FunnyEngrish Mister Euro :: Rating&outlook :: Correlazione :: Meritocrazia

-----

Letture consigliate:

L'insolente redditività delle banche americane e la confessione tardiva di Deutsche Bank. 24/07/2013

Dipendenti e pensionati greci hanno pagato il prezzo più alto della recessione. 24/07/2013.

Unione Europea: Arroganza fuori luogo. 15/07/2013

Un sorriso con denti d'acciaio.  05/07/2013

Que reste-t-il de la démocratie dans l'Union européenne? 15/06/2013

Quello che "Alternative für Deutschland" non puo' dire. 28/05/2013

L'esperimento europeo è fallito. 16/04/2013

L'Euro è destinato a un inevitabile tracollo. 16/04/2013

Come ci hanno deindustrializzato. 29/04/2013

Ultimi post:

Il più letto: Il debito pubblico italiano, da dove viene fuori?


Rassegna stampa internazionale
01/12/2012

New York Times: Il partito anti-europeo avanza nelle elezioni suppletive inglesi.

Di STEPHEN CASTLE

Pubblicato: 30 novembre 2012

LONDRA - Una volta considerato come un rifugio per cani sciolti, il partito che vuole che la Gran Bretagna esca dall'Unione europea ha guadagnato molti voti in tre elezioni suppletive [per riempire posti divenuti vacanti in Parlamento, NdT] di questa settimana, aumentando così la pressione sul primo ministro conservatore, David Cameron, perché assuma una linea dura verso l'Europa.

L'UK Independence Party è arrivato secondo a Middlesbrough e Rotherham, e terzo a Croydon Nord, nelle elezioni di Giovedì quando gli elettori hanno scelto i sostituti di due parlamentari del partito laburista di opposizione di centro-sinistra che sono deceduti e di uno che ha lasciato il Parlamento.

Il Labour ha mantenuto tutti e tre i seggi ed ha aumentato la sua percentuale. Ma battendo i conservatori in due dei tre seggi, la UKIP, che si batte contro l'Unione europea e percontrolli più severi in materia di immigrazione, ha messo in luce un pericolo potenziale per Cameron da destra.

Le elezioni suppletive sono spesso utilizzate dagli elettori per esprimere la loro rabbia verso governi impopolari e, in passato, i piccoli centristi liberal-democratici in genere vi prosperavano. Ma i liberaldemocratici fanno parte della coalizione di governo e ristagnano nei sondaggi di opinione, e così gli analisti ritengono che sia ora l'UKIP a raccogliere i voti di protesta.

"Se sei un conservatore scontento, e non sei disposto ad arrivare fino al punto di votare per il Labour, cosa pensi di fare?", ha dichiarato John Curtice, professore di politica alla Strathclyde University, "l'UKIP è il posto più ovvio dove andare per chi vuole inviare un messaggio ai conservatori."

Anche se ha 12 deputati al Parlamento europeo, che è eletto con un sistema proporzionale che aiuta i piccoli partiti, l'UKIP non ha rappresentanti nel Parlamento britannico, che utilizza un sistema uninominale.

Nel 2006 Cameron ha liquidato il partito come un gruppo per lo più di "eccentrici pazzoidi e mezzo razzisti", ma la capacità dell'UKIP di conquistare i suoi sostenitori scontenti sta diventando sempre di più un rovello.

Con il sistema elettorale britannico, la perdita di diverse migliaia di voti in alcuni distretti verso l'UKIP potrebbe essere sufficiente a privare i conservatori di posti chiave, e forse della vittoria, alle prossime elezioni.

Alcuni conservatori sono così allarmati che uno di loro ha recentemente proposto un patto elettorale con l'UKIP in base al quale i due partiti non concorrerebbero nei medesimi seggi. Cosa questa che ha incontrato una fredda reasione da parte della leadership dei conservatori, e la risposta di Cameron alla sfida dell'UKIP è stata quella di irrigidire la sua linea verso la UE.

Cameron vuole negoziare per allentare i legami britannici con il blocco delle 27 nazioni, spostando il peso più verso il mercato unico, e cercando di ottenere il consenso all'esito di queste trattative probabilmente con un referendum.

Il Professor Curtice ha detto che coloro che sono passati dai conservatori all'UKIP non sono motivati ​​solo dall'ottenere una dura presa di posizione del partito sull'Europa e l'immigrazione, ma dal generale disincanto verso il governo. La crescita economica ristagna e la Gran Bretagna sta subendo i maggiori tagli alla spesa pubblica della storia recente.

"I conservatori stanno facendo un errore se pensano che un referendum sull'Europa sia sufficiente a riguadagnare quei voti", ha detto aggiungendo che i risultati dei Liberal-democratici a Rotherham, dove sono arrivati ottavi, sono "i peggiori risultati elettorali dei Liberal nel dopoguerra."

Le elezioni a Middlesbrough e Croydon Nord sono dovute dalla morte dei Laburisti Stuart Bell e Malcolm Wicks, mentre il Laburista Denis MacShane si è dimesso dal seggio di Rotherham dopo un rapporto molto critico in merito alle sue spese parlamentari.

Sulla base di questi risultati, l'UKIP potrebbe realisticamente sperare di arrivare primo tra i partiti inglesi nelle le prossime elezioni del Parlamento europeo nel 2014;  dato però che i loro voti sono sparpagliati in tutta la Gran Bretagna, dovranno tuttavia continuare a lottare duramente per conquistare seggi nelle prossime elezioni parlamentari inglesi previste per il 2015.

Il suo leader Nigel Farage ha tuttavia affermato che l'UKIP ha ormai soppiantato i liberaldemocratici come terza forza politica della Gran Bretagna. "Lo si può anche chiamare un voto di protesta", ha detto Venerdì, "ma devo dire che c'è un sacco di protesta in giro."


Argomenti

Cronologia

Rassegna stampa internazionale

12/08/2012 Juncker sulla Grecia

10-12/09/2012  Grecia, Francia, BCE

13/09/2012 Elezioni in Olanda

15-16/09/2012 Draghi al Bundestag. Grecia, Spagna, PS francese.

17/09/2012 Manifestazione sindacale europea. Draghi. Francesi, tedeschi e Maastricht. Bulgaria, Polonia, e l'Euro.

18/09/2012 Il fiscal compact. Grecia: crollo del costo del lavoro.

24/09/2012 Alta tensione in Grecia.

29/09/2012 I "numeri" di Maastricht.

16/10/2012 Ma l'avete capito il fiscal compact?

18/10/2012 Perché l'Europa si dibatte.

27/10/2012 Oltre al "Grexit", anche il "Brixit"? Gran Bretagna fuori della UE?

05/11/2102 Portogallo: Il partito socialista dice no a 4 miliardi di tagli. Irlanda: i sindacati e il corteo anti-austerità.

14/11/2012 Scioperi e manifestazioni in tutta Europa.

19/11/2012 La presidente Brasiliana Rousseff: "l'austerità è un autogol"

01/12/2012 Il partito antieuropeo avanza nelle suppletive inglesi.

24/01/2013 Salvataggio della Slovenia: il premier non si dimette.

08/02/2013 La depressione degli eurocrati.

14/02/2013 Quarto trimestre negativo per la zona euro.

20/02/2013 Perché la crisi euro non è ancora finita

02/03/2013 Handelsblatt: La CDU accomanda agli italiani di tornare alla lira.

10/05/2016 Dubbi tedeschi sul debito pubblico della Germania

31/07/2016 Intervista di Ray McGovern alla Neues Deutschland

Poeti, scrittori, artisti
e altri visionari

Dati

Testate





Cerca nel sito


Lasciare un commento


 

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -







Document made with KompoZer


link

I miei Link:

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -

Mappa del sito - tutte le pagine