Il Blog del Leprechaun

Tieniti aggiornato sui contenuti del Blog del Leprechaun con i Feed RSS

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -


Questo sito non usa cookies. Potrebbero usarli i siti utilizzati per il conteggio visite e per la ricerca in questo sito.
Verificate sui relativi siti (Addfreestats, Freefind) la situazione, se vi interessa.

Parole:

Fiscale :: Competitività :: Liberalizzazione :: Sovranità&Fiducia
Depressione :: Debito :: Rigore & co.  Lochescion&FunnyEngrish Mister Euro :: Rating&outlook :: Correlazione :: Meritocrazia

-----

Letture consigliate:

L'insolente redditività delle banche americane e la confessione tardiva di Deutsche Bank. 24/07/2013

Dipendenti e pensionati greci hanno pagato il prezzo più alto della recessione. 24/07/2013.

Unione Europea: Arroganza fuori luogo. 15/07/2013

Un sorriso con denti d'acciaio.  05/07/2013

Que reste-t-il de la démocratie dans l'Union européenne? 15/06/2013

Quello che "Alternative für Deutschland" non puo' dire. 28/05/2013

L'esperimento europeo è fallito. 16/04/2013

L'Euro è destinato a un inevitabile tracollo. 16/04/2013

Come ci hanno deindustrializzato. 29/04/2013

Ultimi post:

Il più letto: Il debito pubblico italiano, da dove viene fuori?


Rassegna stampa internazionale
05/11/2012

Portogallo
Seguro [il segretario del Partito Socialista] si rifiuta di discutere il taglio 4 miliardi di Euro. Il settore delle costruzioni cala di più del 9% nel 2012.

Irlanda
Appello a sostenere la marcia anti-austerità.

Portogallo:
Publico.pt: Seguro [il segretario del Partito Socialista] si rifiuta di discutere il taglio 4 miliardi di Euro.

05.11.2012 - 14:31 Nuno Sá Lourenço

Il segretario generale del PS, António José Seguro, ha dichiarato questo Lunedi al primo ministro che il suo partito non parteciperà allo sforzo di riduzione di 4 miliardi di euro di spesa pubblica che il Governo intende realizzare tra il 2013 e il 2014 . Ha messo in chiaro che una conferma di un secondo piano di salvataggio sarebbe esclusiva responsabilità del governo.

Seguro ha parlato dopo un incontro di quasi due ore con Pedro Passos Coelho, presso la residenza ufficiale del capo dell'esecutivo, e ha confermato che la questione della "rifondazione" "non è stata discussa". Secondo il socialista, quello che il capo socialdemocratico ha propostonella riunione è stato un "dibattito su come tagliare 4 miliardi." Seguro ha replicato che "la responsabilità di tagliare 4 miliardi è totalmente del governo e della troika ". E per questo, sono loro che devono gestire la faccenda. "Dovrebbero essere il governo e la troika a trovare una soluzione al problema che hanno creato." A proposito della "rifondazione", Seguro ha lasciato intendere che, secondo lui, c'era qualcosa di più urgente da fare prima. "Un'emergenza nazionale non può essere sostituita da un dibattito, per quanto importante esso sia." E con "emergenza nazionale" intende la situazione in cui vivono disoccupati, famiglie e imprese. Il leader del PS ha anche dato la sua opinione sulla la possibilità di un secondo piano di salvataggio. Alla domanda relativa a in quale misura il PS sia disponibile ad evitare che il Portogallo finisca nel mirino di un secondo piano di salvataggio, António José Seguro ha detto che se c'è la necessità di un secondo piano di salvataggio, "questo significa che la politica del governo attuale ha fallito, e che, in primo luogo, deve essere il governo ad assumersi questa responsabilità".

Nota: il termine "rifondazione" è stato usato da Pedro Passos Coelho per indicare una nuova fase politico-governativa, suscitando molte critiche, anche nel suo partito. L'Ex presidente del partito Marcelo Rebelo de Sousa lo ha ad esempio definito "un errore politico madornale".

Publico.pt: Il settore delle costruzioni dovrebbe calare di più del 9% nel 2012.

05.11.2012 - 15:12 Lusa

La società di consulenze DBK ha pubblicato questo Lunedì uno studio che sostiene che il settore delle costruzioni accentuerà il calo della produzione fino al 9% entro la fine dell'anno, e stima che la ripresa del settore dovrebbe avvenire solo nel 2014.

Secondo lo studio il trend del 2011 del crollo dell'attività nel settore delle costruzioni in Portogallo continuerà nel corso del 2012 e del 2013.

L'anno scorso ha segnato un momento particolarmente grave per le costruzioni in Portogallo: il settore è sceso del 9,4%, del 10,5% nella costruzione di edifici, e del 26,9% nel segmento residenziale.

Il calo del numero dei permessi per costruzioni residenziali h continuato nei primi mesi del 2012, sostiene la DBK. Oltre all'edilizia residenziale, anche il numero di progetti per edifici non residenziali scenderà quest'anno.

Relativamente alle attività di ingegneria civile, che nel 2011 sono diminuite del 2,2%, circa 7,7 miliardi, la società afferma che "saranno penalizzate dagli aggiustamenti di bilancio del governo."

Per DBK, i paesi in via di sviluppo continuano ad essere un'opportunità per le costruzioni portoghesi. Secondo lo studio, "a breve e medio termine si intensificherà il trend di internazionalizzazione del settore", che dovrebbe trarre vantaggio dalla mancanza di infrastrutture in questi paesi.

Irlanda:
Irish Times: Appello a sostenere la marcia anti-austerità.

Lunedi 5 Novembre 2012, 15:03, JOANNE HUNT

I dirigenti sindacali hanno fatto appello a sostenre il corteo anti-austerità  che si terrà a Dublino il 24 novembre.

In una conferenza stampa organizzata oggi dal Consiglio di Dublino dei sindacati (DCTU), i leader dei sindacati SIPTU, Unite, Mandate e l'Unione dei sindacati dei Servizi pubblici (CPSU) hanno dichiarato che la protesta è contro cinque anni di austerità, che non ha funzionato.

Parlando del corteo, che si svolge solo 11 giorni prima del bilancio, il presidente del SIPTU Jack O'Connor ha detto che era giunto il momento per il Governo di provare qualcosa di diverso.

"Stiamo sostenendo che se si è provato una cosa per un tempo molto lungo e questa non ha funzionato, e le conseguenze di questo non funzionamento hanno imposto miseria e immense sofferenze ai cittadini, allora è venuto il momento di provare qualcosa di diverso."

Pur riconoscendo il governo ha "uno spazio di manovra molto limitato", ha detto che ha comunque altre possibilità. "Insistiamo sul fatto che l'onere dei prossimi successivibilanci  debba essere spostato dalle spalle dei lavoratori sulle spalle di coloro che sono maggiormente in grado di contribuire".

O'Connor ha detto che il governo non è riuscito ad "vendere la sua via d'uscita dalla crisi", e ha detto che i sindacati hanno il compito di "costruire la fiducia intorno a una alternativa che funziona".

Il segretario generale del CPSU Eoin Ronayne ha detto che i dirigenti sindacali hanno per troppo tempo consentito ad elementi di estrema destra di "dividere i lavoratori, i quali hanno molte più cose in comune di quante li separino". Ha detto che la campagna di cui il  prossimo corteo è parte, proviene da un "movimento sindacaleunito".

IL segretario generale dell'Unite Jimmy Kelly ha detto che il corteo è  solo una tappa di una vasta campagna per dimostrare l'appoggio a "soluzioni basate su le esigenze delle persone".

Il presidente della DCTU Michael Kelly ha stimato che il corteo richiamerà 10.000 partecipanti.


Argomenti

Cronologia

Rassegna stampa internazionale

12/08/2012 Juncker sulla Grecia

10-12/09/2012  Grecia, Francia, BCE

13/09/2012 Elezioni in Olanda

15-16/09/2012 Draghi al Bundestag. Grecia, Spagna, PS francese.

17/09/2012 Manifestazione sindacale europea. Draghi. Francesi, tedeschi e Maastricht. Bulgaria, Polonia, e l'Euro.

18/09/2012 Il fiscal compact. Grecia: crollo del costo del lavoro.

24/09/2012 Alta tensione in Grecia.

29/09/2012 I "numeri" di Maastricht.

16/10/2012 Ma l'avete capito il fiscal compact?

18/10/2012 Perché l'Europa si dibatte.

27/10/2012 Oltre al "Grexit", anche il "Brixit"? Gran Bretagna fuori della UE?

05/11/2102 Portogallo: Il partito socialista dice no a 4 miliardi di tagli. Irlanda: i sindacati e il corteo anti-austerità.

14/11/2012 Scioperi e manifestazioni in tutta Europa.

19/11/2012 La presidente Brasiliana Rousseff: "l'austerità è un autogol"

01/12/2012 Il partito antieuropeo avanza nelle suppletive inglesi.

24/01/2013 Salvataggio della Slovenia: il premier non si dimette.

08/02/2013 La depressione degli eurocrati.

14/02/2013 Quarto trimestre negativo per la zona euro.

20/02/2013 Perché la crisi euro non è ancora finita

02/03/2013 Handelsblatt: La CDU accomanda agli italiani di tornare alla lira.

10/05/2016 Dubbi tedeschi sul debito pubblico della Germania

31/07/2016 Intervista di Ray McGovern alla Neues Deutschland

Poeti, scrittori, artisti
e altri visionari

Dati

Testate





Cerca nel sito


Lasciare un commento


 

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -







Document made with KompoZer


link

I miei Link:

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -

Mappa del sito - tutte le pagine