Il Blog del Leprechaun

Tieniti aggiornato sui contenuti del Blog del Leprechaun con i Feed RSS

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -


Questo sito non usa cookies. Potrebbero usarli i siti utilizzati per il conteggio visite e per la ricerca in questo sito.
Verificate sui relativi siti (Addfreestats, Freefind) la situazione, se vi interessa.

Parole:

Fiscale :: Competitività :: Liberalizzazione :: Sovranità&Fiducia
Depressione :: Debito :: Rigore & co.  Lochescion&FunnyEngrish Mister Euro :: Rating&outlook :: Correlazione :: Meritocrazia

-----

Letture consigliate:

L'insolente redditività delle banche americane e la confessione tardiva di Deutsche Bank. 24/07/2013

Dipendenti e pensionati greci hanno pagato il prezzo più alto della recessione. 24/07/2013.

Unione Europea: Arroganza fuori luogo. 15/07/2013

Un sorriso con denti d'acciaio.  05/07/2013

Que reste-t-il de la démocratie dans l'Union européenne? 15/06/2013

Quello che "Alternative für Deutschland" non puo' dire. 28/05/2013

L'esperimento europeo è fallito. 16/04/2013

L'Euro è destinato a un inevitabile tracollo. 16/04/2013

Come ci hanno deindustrializzato. 29/04/2013

Ultimi post:

Il più letto: Il debito pubblico italiano, da dove viene fuori?


Rassegna stampa internazionale

13/09/2012

Divergenze nel governo greco sulle richieste della Troika

Il Guardian: "La coalizione in grecia si divide sulle richieste di tagli ai posti di lavoro e l'aumento della disoccupazione".

"Il Pasok e la Sinistra Democratica promette di bloccare i piani di 50.000 licenziamenti dopo che le trattative tra i partiti non hanno raggiunto nessun accordo.

«La crisi nella quale è ingolfata òa Grecia si è approfonita dopo che due dei partiti della coalizione  si oppongono alle richieste di Bruxelles di tagliare 50.000 posti di lavoro pubblici e i sindacati anni indetto uno scioper generale questo mese.

Il Pasok di centro-sinistra e la Sinistra Democratica hanno promesso di impedire al governo di capitolare di fronte alle richieste di tagli a posti di lavoro, dopo che i dati hanno mostrato un balzo nel tasso di disocccupazione al 24%.

...

Venizelos, che è sotto pressione per accordarsi su di una settimana lavorativa di sei giorni ha detto che i greci devono continuare a godere dei diritti dei lavoratori di cui godono gli altri europei.

... I sindacati hanno indetto uno sciopero di 24 ore il 24 settembre ...

Il Ministro delle finanze francese Pierre Moscovici, in Grecia per colloqui con Samaras, ha detto: "la cosa essenziale è che gli impegni assunti dalla Grecia siano soddisfatti e che venga raggiunto un accordo con la Troika.

Analisti affermano che Moscovici non ha mostrato alcun segno di essere disposto a sostenere le richieste greche per una estensione del suo ultimo pacchetto di salvataggio, dicendo che è di vitale importanza che il governo di Atene guidato dai conservatori mantenga la sua "determinazione" nel proseguire gli obbiettivi della riforma.

"Ci auguriamo che questa determinazione sia incrollabile", ha affermato.»

Il Parlamento Europeo è in maggioranza contrario alla politica della Troika per la Grecia. La Grecia, inoltre, non ha un alto numero di dipendenti pubblici rispetto alla situazione europea e dei paesi OCSE.


Le elezioni in Olanda.

El País: L'Olanda si centra

L'Aia avrà un governo europeista, ma esigente con i paesi in salvataggio.

L'estrema destra di Geert Wilders, che ha condizionato un governo come nessun partito radicale ha fatto in Europa e in aprile ha costretto alle elezioni anticipate ritirando il suo appoggio, ha perso peso.

... L'influenza di questo radicalismo contrario ad ogni idea di solidarietà europea ha avuto però degli echi,  e nel corso della campagna elettorale tanto i liberali come come i laburisti hanno inasprito il loro discorso sui salvataggi. L'Olanda sarà nei prossimi quattro anni un alleato fidato della Germania e, insieme, molto più esigente sull'uso dei fondi europei...

Il New York Times sui risultati: "Nei risultati delle elezioni olandesi visibile un sostegno all'euro"

Il 40% dei votanti indeciso fino all'ultimo momento. I votanti sono stati alla fine  il 98%.

"In una elezione molto seguita, gli elettori olandesi hanno dato al partito liberale di centro-destra del Primo Ministro Mark Rutte una vittoria di misura sul partito Laburista di centro-sinistra, cosa che darà sollievo agli alleati europei ansiosi della crescita dell'euroscetticismo nel ricco paese del Nord."

...

"Con il 98% dei votanti, il partito di Rutte a vinto 41 seggi su 150 e il partito Laburista, guidato dalla faccia nuova Diederik Samsom ne ha ottenuti 39. Questo rende possibile un governo di coalizione dei due partiti, ma le trattative sono difficili.

Rutte ha definito i Laburisti "pericolosi" e ha assunto una linea più dura su ulteriori aiuti per i paesi  in difficoltà come la Grecia rispetto a Samson. Rutte è inoltre più favorevole a soluzioni private e di mercato per la sanità e l'assistenza sociale di quanto lo sia Samson.

Tuttavia, anche se fuori del governo, il partito laburista ha sostenuto la coalizione uscente su votazioni cruciali sull'Europa, ed entrambi i partiti vogliono fermamente restare nella Unione europea dei 27 paesi e vogliono conservare l'euro come moneta comune tra i 17 paesi che la usano.

Rutte è però un solido alleato della cancelliera tedesca, Angela Merkel, e condivide la sua focalizzazione sui tagli e la disciplina di bilancio come risposta ai problemi dell'euro. E' stato molto contrario a concedere altro tempo alla Grecia ed è uno strenuo oppositore di ulteriori passi verso un federalismo europeo e una unità politica.

Il Partito della Libertà anti immigranti di Gert Wilders, che ha fatto una campagna per fare uscire l'Olanda dall'Unione europea, ha avuto 15 seggi. Ma il partito di Wilders ha perso 9 dei seggi che oggi ha in parlamento.

Rutte dipende dal sostegno di Wilders in Parlamento per mantenere l'attuale governo, che è caduto quando Wilders si è rifiutato di sostenere tagli al bilancio per raggiungere un deficit lordo del 3% del PIL, come imposto dall'Unione europea. Wilders è stato criticato per la sua irresponsabilità nel far cadere il governo e a quanto pare è stato punito dagli elettori.

I Democristiani, una tempo al governo, continuano nel loro collasso, perdendo altri 8 seggi, restando con 13. Il Partito D66, centrista pro-europeo ha guadagnato altri due seggi, ottenedone un totale di 12.

Lo scarso risultato dei Socialisti rende più improbabile che il partito Laburista formi una coalizione di maggioranza con loro, anche aggiungendo D66. E' tuttavia possibile che D66 faccia alla fine parte della coalizione che risulterà dalle trattative tra i partiti, che tradizionalmente richiede settimane.

In linea di principio qualsiasi coalizione deve avere la maggioranza anche nella camera alta, e dunque è probabile alla fine una coalizione di tre o quattro partiti, con la richiesta di partecipare anche a D66 e ai Democristiani."

El País: I liberali di destra vincono le elezioni olandesi.

Per El País la percentuale dei votanti è invece del 75,4% su quasi 13 milioni di aventi diritto al voto.

... Le grandi differenze tra Rutte e Samson sono i tagli al sistema sanitario, mentre sull'Europa "ci si capisce". A nessuno piace che la Grecia continui a chiedere soldi e non parli di restituirli. ...

=====

L'Olanda è forse il paese più interessato alla permanenza nell'euro, data la situazione delle sue partite correnti, che la vedono in pesante deficit verso il mondo esterno alla UE, ma in marcato surplus complessivo grazie al recupero nell'Europa e nell'eurozona. Qui dati e ulteriori considerazioni.

Infine, ecco i risultati così come dedotti dalla sintesi di varie fonti di informazione:

Partito

Seggi

%

Liberali centro-destra (VVO)

41

27,3%

Laburisti (PvDA)

39

26,0%

Partito della libertà (PVV)

15

10,0%

Socialisti (SP)

15

10,0%

Democristiani (CDA)

13

8,7%

D66

12

8,0%

CU (confessionale)

5

3,3%

Verdi (GL)

3

2,0%

SGP (confessionale)

3

2,0%

Pensionati (SO+)

2

1,3%

Altri

2

1,3%

TOTALE

150

100,0%

Olanda - risultati

Argomenti

Cronologia

Rassegna stampa internazionale

12/08/2012 Juncker sulla Grecia

10-12/09/2012  Grecia, Francia, BCE

13/09/2012 Elezioni in Olanda

15-16/09/2012 Draghi al Bundestag. Grecia, Spagna, PS francese.

17/09/2012 Manifestazione sindacale europea. Draghi. Francesi, tedeschi e Maastricht. Bulgaria, Polonia, e l'Euro.

18/09/2012 Il fiscal compact. Grecia: crollo del costo del lavoro.

24/09/2012 Alta tensione in Grecia.

29/09/2012 I "numeri" di Maastricht.

16/10/2012 Ma l'avete capito il fiscal compact?

18/10/2012 Perché l'Europa si dibatte.

27/10/2012 Oltre al "Grexit", anche il "Brixit"? Gran Bretagna fuori della UE?

05/11/2102 Portogallo: Il partito socialista dice no a 4 miliardi di tagli. Irlanda: i sindacati e il corteo anti-austerità.

14/11/2012 Scioperi e manifestazioni in tutta Europa.

19/11/2012 La presidente Brasiliana Rousseff: "l'austerità è un autogol"

01/12/2012 Il partito antieuropeo avanza nelle suppletive inglesi.

24/01/2013 Salvataggio della Slovenia: il premier non si dimette.

08/02/2013 La depressione degli eurocrati.

14/02/2013 Quarto trimestre negativo per la zona euro.

20/02/2013 Perché la crisi euro non è ancora finita

02/03/2013 Handelsblatt: La CDU accomanda agli italiani di tornare alla lira.

10/05/2016 Dubbi tedeschi sul debito pubblico della Germania

31/07/2016 Intervista di Ray McGovern alla Neues Deutschland

Poeti, scrittori, artisti
e altri visionari

Dati

Testate





Cerca nel sito


Lasciare un commento


 

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -







Document made with KompoZer


link

I miei Link:

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -

Mappa del sito - tutte le pagine