Il Blog del Leprechaun

Tieniti aggiornato sui contenuti del Blog del Leprechaun con i Feed RSS

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -


Questo sito non usa cookies. Potrebbero usarli i siti utilizzati per il conteggio visite e per la ricerca in questo sito.
Verificate sui relativi siti (Addfreestats, Freefind) la situazione, se vi interessa.

Parole:

Fiscale :: Competitività :: Liberalizzazione :: Sovranità&Fiducia
Depressione :: Debito :: Rigore & co.  Lochescion&FunnyEngrish Mister Euro :: Rating&outlook :: Correlazione :: Meritocrazia

-----

Letture consigliate:

L'insolente redditività delle banche americane e la confessione tardiva di Deutsche Bank. 24/07/2013

Dipendenti e pensionati greci hanno pagato il prezzo più alto della recessione. 24/07/2013.

Unione Europea: Arroganza fuori luogo. 15/07/2013

Un sorriso con denti d'acciaio.  05/07/2013

Que reste-t-il de la démocratie dans l'Union européenne? 15/06/2013

Quello che "Alternative für Deutschland" non puo' dire. 28/05/2013

L'esperimento europeo è fallito. 16/04/2013

L'Euro è destinato a un inevitabile tracollo. 16/04/2013

Come ci hanno deindustrializzato. 29/04/2013

Ultimi post:

Il più letto: Il debito pubblico italiano, da dove viene fuori?


Rassegna stampa internazionale
14/11/2012

Le Monde: Mercoledì il giorno della collera in Europa contro l'austerità.

Le Monde.fr con AFP | 13.11.2012 alle 19h22

Sciopero a Madrid

L' Europa si mobilita Mercoledì 14 novembre contro l'austerità, in una giornata segnata da uno sciopero generale in Spagna e in Portogallo, due dei paesi più fragili nella regione, nei quali cresce la rabbia popolare contro la disoccupazione e l'insicurezza. Eventi e azioni di varia grandezza scandiscono la giornata in altri paesi del Sud colpito dalla crisi: in Italia e in Grecia, ma anche in Germania, in Belgio, Francia e Polonia.

Mentre la crescita nella zona euro dovrebbe rimanere secondo la Commissione europea ad un punto morto (0,1%) nel 2013, il Fondo monetario internazionale ha dichiarato che le politiche di austerità in molti paesi potrebbero diventare "politicamente e socialmente insostenibili."

Interruzioni nei trasporti

Tra le prevedibili conseguenze delle attività sindacali, i treni ad alta velocità Thalys tra il Belgio e la Germania saranno interrotti. Nei cieli, le società spagnole Iberia, Iberia espresso, Air Nostrum, Vueling e Air Europa hanno cancellato 615 voli. La compagnia aerea portoghese TAP ha previsto di inchiodare al suolo più di 160 aerei.

"Per il momento, sono soprattutto i popoli del sud Europa a soffrire una crisi che non hanno provocato loro. Ma le conseguenze saranno certamente sentite nel resto d'Europa", ha dichiarato la Confederazione dei sindacati tedeschi, DGB.

Spagna

La quarta economia della zona euro, strangolata da una forte disoccupazione che colpisce un quarto delle attività e una politica di rigore draconiano, si appresta a vivere il suo secondo sciopero generale in un anno. Nella notte, picchetti prenderanno posizione in punti strategici di Madrid: aeroporti, depositi di autobus e mercati all'ingrosso. I sindacati hanno convocato manifestazioni in circa 120 città.

Da parte sua, il movimento degli "indignati", testimone dell'esasperazione di fronte alla crescente povertà, agli sfratti dei proprietari indebitati, ai miliardi di aiuti alle banche, fa anch'esso appello alla mobilitazione. Il loro obiettivo è ancora una volta la camera bassa del Parlamento, dove, attraverso le reti sociali, fanno appello a passare la notte da Mercoledì a Giovedi di fronte agli sbarramenti della polizia.

Portogallo

La CGTP, il principale sindacato del paese, spera anche lui nella mobilitazione per uno sciopero generale contro la politica di austerità condotta dal governo di centro-destra. Cortei e marce sono in programma in quaranta città, tra le quali Lisbona e Porto.

Grecia

Una interruzione del lavoro è prevista sia nelle imprese che nei servizi pubblici, secondo l'appello dei sindacati GSEE (privato) e Adedy (pubblico), assieme ad una manifestazione nel centro di Atene.

Questa tipo di mobilitazioni paneuropee di solito non sono molto seguite in Grecia, dove una nuova serie di misure di austerità per più di quattro anni è stata approvata dal Parlamento, ancora una volta con una forte mobilitazione di piazza.

Italia

Il principale sindacato italiano, la Cgil, ha indetto uno sciopero di quattro ore, ma diversi settori chiave - come i trasporti - non partecipano al movimento.

Argomenti

Cronologia

Rassegna stampa internazionale

12/08/2012 Juncker sulla Grecia

10-12/09/2012  Grecia, Francia, BCE

13/09/2012 Elezioni in Olanda

15-16/09/2012 Draghi al Bundestag. Grecia, Spagna, PS francese.

17/09/2012 Manifestazione sindacale europea. Draghi. Francesi, tedeschi e Maastricht. Bulgaria, Polonia, e l'Euro.

18/09/2012 Il fiscal compact. Grecia: crollo del costo del lavoro.

24/09/2012 Alta tensione in Grecia.

29/09/2012 I "numeri" di Maastricht.

16/10/2012 Ma l'avete capito il fiscal compact?

18/10/2012 Perché l'Europa si dibatte.

27/10/2012 Oltre al "Grexit", anche il "Brixit"? Gran Bretagna fuori della UE?

05/11/2102 Portogallo: Il partito socialista dice no a 4 miliardi di tagli. Irlanda: i sindacati e il corteo anti-austerità.

14/11/2012 Scioperi e manifestazioni in tutta Europa.

19/11/2012 La presidente Brasiliana Rousseff: "l'austerità è un autogol"

01/12/2012 Il partito antieuropeo avanza nelle suppletive inglesi.

24/01/2013 Salvataggio della Slovenia: il premier non si dimette.

08/02/2013 La depressione degli eurocrati.

14/02/2013 Quarto trimestre negativo per la zona euro.

20/02/2013 Perché la crisi euro non è ancora finita

02/03/2013 Handelsblatt: La CDU accomanda agli italiani di tornare alla lira.

10/05/2016 Dubbi tedeschi sul debito pubblico della Germania

31/07/2016 Intervista di Ray McGovern alla Neues Deutschland

Poeti, scrittori, artisti
e altri visionari

Dati

Testate





Cerca nel sito


Lasciare un commento


 

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -







Document made with KompoZer


link

I miei Link:

Zoom: Ctrl+ Ctrl-  + -

Mappa del sito - tutte le pagine